Tu sei qui

Aggiornamento Coronavirus a Ibiza (29) 30-12-2021

Nuove regole per contenere la diffusione di Omicron

Translated by

Nel mese successivo al nostro ultimo aggiornamento, Omicron ha preso il sopravvento come variante dominante del coronavirus e Ibiza e Formentera sono nella morsa di una "Sesta Ondata" della pandemia, il che ci ha rapidamente riportato al Livello 3 dello stato di allerta del Governo delle Baleari.

Come in molte altre regioni, su queste isole c'è stata una forte impennata dei casi di COVID-19. E, anche se i ricoveri in ospedale sono aumentati, il numero di chi ha bisogno di terapia intensiva è rimasto "stabile", finora...

Oggi ci sono quasi 2000 casi positivi rilevati a Ibiza e Formentera e il numero sta crescendo a un ritmo compreso tra il 5 e il 10% al giorno. Fortunatamente, la stragrande maggioranza (98,8%) delle persone risultate positive al test riporta sintomi lievi o è del tutto asintomatica.

Il Governo Nazionale e quello delle Baleari non sembrano rispondere in modo eccessivo a questa ondata e stanno adottando un approccio prudente. Entrambi gli organismi hanno appena introdotto una serie di misure ragionevoli per ricordarci le nostre responsabilità reciproche fino a quando questa ondata non sarà passata.


Passaporti COVID

Per evitare di reintrodurre ulteriori restrizioni sociali, il Governo delle Baleari ha deciso di rendere obbligatori i passaporti vaccinali, i risultati dei test COVID negativi e i certificati di guarigione in tutti i locali al chiuso e in molti all'aperto, indipendentemente dalla loro capacità, a partire da mercoledì 29 dicembre.

Questa regola interesserà tutti i locali in cui ci sono concentrazioni di persone, compresi tutti i luoghi di ospitalità, come bar, ristoranti, cinema, centri sportivi/stadi e club e soprattutto tutti i grandi eventi previsti per festeggiare il Nuovo Anno. Assicurati di avere i documenti pronti per evitare delusioni.

Tale disposizione si applicherà anche agli spazi con servizio di ristorazione ubicati nelle strutture ricettive, per cui è fondamentale prepararsi a questa eventualità al momento della prenotazione della vacanza.


Obbligo di mascherine

Le mascherine ormai devono essere indossate di nuovo in tutti i luoghi pubblici, da chiunque abbia più di 6 anni, anche se si rispettano le norme di distanziamento sociale (1,5 metri tra le persone). Il mancato rispetto comporta una multa di 100€.

Se sei in auto con persone non conviventi, tutti i passeggeri dovranno indossare una mascherina.

Il governo ha precisato che si tratta solo di una misura temporanea e che ci sono alcune eccezioni:

Le mascherine non sono considerate necessarie all'aperto "durante gli sport individuali" come la corsa o il ciclismo o "durante le attività che non sono di natura sportiva, ma sono svolte in spazi naturali", come lo stare seduti sulla spiaggia o le escursioni in campagna – a patto che si possa mantenere il distanziamento fisico.

Non è necessario indossare la mascherina nei bar o nei ristoranti quando si mangia o si beve, anche se è consigliabile indossarla all'interno quando non si sta consumando, soprattutto se non si possono osservare le misure di distanziamento sociale.

A chi ha intenzione di partecipare a molte delle feste di Capodanno in programma, si ricorda la necessità di indossare le mascherine in ogni momento. Il DC10 ha ricordato ai suoi clienti di Capodanno che "si fa festa solo se c'è la salute" e applicherà rigorosamente le regole COVID.


Quarantena

La Commissione di Salute Pubblica spagnola ha anche ridotto il periodo di isolamento per le persone attualmente infette da 10 a 7 giorni.

Il nuovo periodo di quarantena di sette giorni si applica sia ai vaccinati che ai non vaccinati che risultano positivi al COVID-19 in Spagna.

I contatti stretti che sono completamente vaccinati potranno ancora evitare di andare in isolamento prima di fare il test, mentre i contatti stretti non vaccinati dovranno rispettare il periodo di quarantena di sette giorni.


In modo cautamente positivo, ci sono alcune indicazioni che il virus potrebbe finalmente perdere la sua potenza. Se i casi continuano ad aumentare, mentre i ricoveri no, potrebbe esserci motivo di essere ottimisti. Con l'82% della popolazione delle Baleari completamente vaccinata e i richiami somministrati a tutti gli over 50, speriamo di scrivere meno aggiornamenti di questo tipo in futuro.

Ti auguriamo un 2022 davvero felice e in buona salute.