Tu sei qui

La Gay Pride Diversity Celebration 2021 illumina San Antonio

Performance straordinarie e festeggiamenti pieni di gioia sulla sabbia.

Translated by

Dopo un ritardo di quasi 15 mesi a causa della C****, il Gay Pride 2021 ha finalmente preso il via in stile spettacolare su Playa de s'Arenal, a San Antonio, con una Diversity Celebration aperta a chiunque voglia partecipare.

Per la prima volta in assoluto, la spiaggia di San Antoni è stata la piattaforma perfetta per questo evento nuovo di zecca, con il Mar Mediterraneo che lambiva dolcemente la riva e le luci scintillanti del palco e delle barche nel porto turistico che brillavano sulla superficie dell'acqua.

All'arrivo, siamo stati deliziati da un'emozionante introduzione operistica all'evento da parte di Mikel Opera, proprio mentre il sole stava tramontando. Leggermente perplessi, abbiamo preso posto in quello che sembrava essere uno spettacolo raffinato.

Pochi minuti dopo, l'affascinante presentatrice della serata, la drag queen Sandra Love, ha fatto irruzione sul palco con il suo entourage di assistenti mascherati, alzando immediatamente il volume a 10. Vestiti con splendidi costumi, visti per l'ultima volta alla chiusura dello Space, Sandra e i suoi amici hanno dato vita a una gioiosa celebrazione di House Music e Disco.

Abilmente supportata dalle basi musicali di DJ Chechu, con cui ha collaborato per produrre un inno per l'occasione, Rainbow Song, Sandra ha esortato la gente che sbirciava nervosamente o per curiosità dalla strada a entrare e partecipare all'evento gratuito. Alla fine della serata quasi ogni posto sulla spiaggia era occupato.

Il primo artista della serata è stata Selena Leo. Originariamente una metà delle one-hit wonder Sonia e Selena, che nel 2001 hanno venduto più di 1 milione di copie in tutto il mondo con l'album e il singolo omonimo Yo Quiero Bailar (Voglio ballare). Celebrando il 20° anniversario della popolare hit, il pubblico si è unito a lei con entusiasmo. Con la collaborazione di ballerini con la metà dei suoi anni, Selena ha concluso la sua vivace performance con un'energica versione di Conga di Gloria Estefan and The Miami Sound Machine.

A seguire, la nascente stella del Burlesque EDM di Los Angeles, Mercy, ha dato il via al suo spettacolo pirotecnico con una versione ad alta energia di One Way Or Another dei Blondie. Dopo le sue compilation Dearest Alice e Broke Bad, Mercy e la sua squadra di ballerini hanno continuato a far vibrare le bassline. La seduttrice sputafuoco ci ha informato di "voler cavalcare il nostro palo da discoteca". Nessuno avrebbe potuto rifiutare!

I titoli di testa della serata sono stati rubati dall'eroina locale e Big Bad Bitch, Rebeka Brown, che è arrivata sul palco con un'accoglienza entusiasmante e si è lanciata direttamente nel classico Sun Rising Up di Deux – il brano che l'ha portata sulla strada della regalità della House Music.

Veterana da 25 anni sulla scena gay di Ibiza, in serate imponenti come Matinée e Supermartxe allo Space, all'Amnesia e al Privilege, le spettacolari performance di Rebeka e la sua energia senza limiti portano ancora il fattore WOW.

Rebeka ha dominato ogni centimetro del palcoscenico, mentre ci regalava un mix di classici House e pop rielaborati. Inni come She's a Maniac dal film Flashdance, You Got the Love di Candi Staton, I Can't Feel My Face di The Weeknd, più la sua hit Millenium e, momento clou della serata, Toca's Miracle di Fragma, hanno tenuto la folla adorante sul bordo delle sedie.

È stato un tale peccato essere incatenati alle nostre sedie dalle normative anti-Covid, dato che tutti volevano disperatamente alzarsi e ballare. Tuttavia, quando le catene saranno rimosse, l'evento dell'anno prossimo promette di essere una magnifica celebrazione.

Complimenti al Consiglio di San Antonio per aver avuto il coraggio di sostenere e sponsorizzare questa occasione importante e ben organizzata – ricordando a tutti l'importanza della tolleranza, del rispetto e della diversità nella società. Se diventa un appuntamento fisso nel calendario di San Antonio, ha il potenziale per essere anche un punto di riferimento importante sulla mappa culturale dell'intera isola.

Contenuti correlati