Tu sei qui

Sophia e Steven di HE.SHE.THEY raccontano i loro momenti a Ibiza

Un trio di party inclusivi, polisessuali e sex-positive viene lanciato venerdì 29 luglio all'Amnesia.

Casa di moda, etichetta discografica, serie di party (e attivista per la libertà e l'uguaglianza), HE.SHE.THEY. lancia un messaggio quando conquista l'Amnesia in tre venerdì chiave di quest'estate. Il brand del club onnicomprensivo non solo incarna la cultura della musica dance, ma ha a cuore anche gli ideali di espressione, sperimentazione, individualità e inclusione.

Soprattutto, si impegna a essere uno spazio sicuro in cui le persone trans e non binarie possano essere se stesse, ma ovviamente tutti, ripeto, tutti, sono i benvenuti.

HE.SHE.THEY. | fabriclondon | by Omar Gaash

È un party per tutti, a patto di avere una mentalità aperta, libera da pregiudizi, e di accettare tutti – indipendentemente dall'aspetto o dallo stile di vita. Allo HE.SHE.THEY nessuno viene giudicato.

Le discoteche dovrebbero essere luoghi in cui persone di ogni background possono creare esperienze condivise, lontano dagli occhi giudicanti e sprezzanti di una società troppo spesso invasiva.

Chiedendo informazioni sul loro viaggio a Ibiza e sul party stesso, abbiamo parlato con i creatori Sophia Kearney e Steven Braines prima dell'apertura. Il duo di creativi ci ha spiegato cosa aspettarsi, la loro filosofia e lo status di Ibiza come destinazione per le persone LGBTQIA.


Primi ricordi di Ibiza

Sophia Kearney (SK): "Non sono riuscita a venire a Ibiza fino all'età di 25 anni. All'epoca lavoravo con gli Swedish House Mafia e andavo a fare delle passeggiate sulla spiaggia di Playa d'en Bossa prima del loro show all'Ushuaïa".

Swedish House Mafia | Ushuaïa | by Neil Davis (2012)

Gli svedesi hanno conquistato l'Ushuaïa per la prima volta nell'estate 2012 – e Sophia lavorava dietro le quinte

"Vedendo gli aerei atterrare e il sole tramontare, i colori del cielo, la musica proveniente dai beach bar, sentendo il rumore del mare e vedendo tutti ridere e divertirsi mi sono sentita così felice e soddisfatta, come se fossi a casa. Quel giorno ho giurato che un giorno avrei vissuto qui.

Nel 2018 quella decisione è diventata realtà, quando ho lavorato per una stagione. Quando è stato organizzato il primo party HE.SHE.THEY. a Ibiza, è stata un'esperienza pazzesca".

Steven Braines (SB): "Per me è stato guardare il tramonto accanto al Café Mambo e al Café Del Mar. Mi sono assolutamente innamorato dell'isola. I ritmi sono così rilassati e si sente il rumore del mare sulla riva.

Credo che stesse suonando la versione strumentale di Slip Into Something More Comfortable di Kinobe e ho pensato: 'Non c'è niente di meglio di questo'.

Ho trovato davvero inebriante anche il centro storico di Dalt Vila e il suo castello. Mia madre era agorafobica quando ero giovane, quindi mi sono perso molti posti. Ora sono stato in più di 40 Paesi in tutto il mondo e Ibiza è il luogo in cui torno ogni anno, immancabilmente".

La "Città Vecchia" Dalt Vila - una splendida fortificazione del XVI secolo da cui è nata Ibiza Città


I ricordi più belli del party

SK: "Adoro il Pikes. Ho trascorso tante belle notti lì. Mi piace la storia del posto, le camere tutte personalizzate, il fatto che sia un hotel, ma anche un club e un bar. Puoi andare a qualsiasi ora e immergerti nella pista da ballo per tanta Fanta limon!" (ride).

SB: "HE.SHE.THEY. trae ispirazione dai miei primi giorni di clubbing al MANUMISSION del Privilege. Mi ha fatto impazzire. Sono finito a ballare per loro un paio di volte, il che è stato grandioso. Non avevo mai provato una libertà simile. Claire Davies e Dawn Hindle sono state così accoglienti e gentili".

"Ricordo che una volta stavo ballando su Camels di Santos quando la luce si è fermata sulla pista da ballo. Credo che fosse Alfredo a suonare e io sono scoppiato in lacrime, sbavando il trucco.

Ed e un altro ragazzo ci portarono al Manumission Motel. Mi colpì molto il fatto che questo giovane dark del Tyneside che girava tra i lettini prendisole fosse in contatto con chiunque, da Grace Jones a Elle McPherson. Non aveva senso. Dovetti davvero darmi un pizzicotto per crederci.

Ho trascorso così tante belle serate all'Amnesia: La Troya, perché era così selvaggia e libera, e Cocoon, perché la musica era sempre incredibile. HE.SHE.THEY. doveva essere all'Amnesia. È senza dubbio la sua casa naturale".


Luoghi di ritrovo preferiti

SK: "Ammirare un'incredibile alba ad Aguas Blancas (Aigües Blanques), poi guidare fino a San Joan per il mercato domenicale e il brunch... è fantastico. Ho visto la più bella alba di tutta la mia vita nel novembre del 2018.

Adoro anche Cala Gracioneta per mangiare, bere un cocktail e fare una nuotata. Cala Tarida è un'altra delle mie spiagge preferite e, naturalmente, non bisogna perdersi il tramonto alle spalle di Es Vedrà".

El Olivio Mio (a sinistra), Aguas Blancas (in alto al centro), Cala Gracioneta (in alto a destra), Cala Tarida (in basso al centro), Es Cavallet (in basso a destra)

SB: "Amo i miei super-club, ma se non sono in discoteca, adoro Es Cavallet. Mi piace la libertà di poter essere nudo lì. Per me la nudità è lo stato più naturale. Mi piace la moda, ovviamente, ma penso che sia strano che gli esseri umani siano obbligati a indossare dei vestiti.

Ho dei ricordi molto belli del Pikes e mi sembra di finire sempre a mangiare a El Olivo Mio a Dalt Vila".


Il primo party HE.SHE.THEY. a Ibiza

SB: "Al Pacha è stato divertente nel 2019. Jessica, l'organizzatrice, è diventata un'amica. È stata di grande supporto. Era solo il nostro terzo party da quando abbiamo lanciato la serie di eventi, quindi è stato piuttosto intenso. Honey Dijon ha fatto il DJ set della serata.

Abbiamo portato con noi un bel po' di ballerini dal Regno Unito ed è stato fantastico vedere ballerini di tutte le forme e dimensioni, generi e razze diverse".

SK: "Come dice Braines, è stato fantastico avere tutti ballerini diversi in quello spettacolo, cosa che stiamo ripetendo all'Amnesia. Vedere persone con diversi tipi di corpo che si lasciano andare sui cubi aiuta davvero le persone a lasciarsi andare sulla pista da ballo. Cambia tutto.

Ero fuori a salutare la gente e sono rientrata nel club proprio quando Honey Dijon aveva iniziato da circa 20 minuti a spaccare con The Story Continues di Marco Lys e tutti si sono scatenati, lasciandomi senza fiato. È stato un momento davvero speciale".


L'importanza di Ibiza come destinazione per le persone LGBTQIA

SB: "È stato il primo posto in cui ho iniziato a capire che potevo essere queer. Mi piaceva che le coppie gay si tenessero per mano e si baciassero per strada e mi sentivo al sicuro. Mi sembra che quando andai per la prima volta a Ibiza 20 anni fa fosse più tollerante di adesso e questo è triste.

Serate come La Troya all'Octan e Flash al Pikes sono ancora in voga, ma l'Anfora ha chiuso dopo 30 anni. Certo, ci sono molte notti in cui persone etero e LGBTQIA si divertono insieme sull'isola, ma mi sembra comunque che la comunità LGBTQIA sia stata esclusa".

La Troya (a sinistra) e Flash di Guy Williams (a destra) sono i portabandiera dei party LGBTQIA a Ibiza.

"Non si vedono tante persone bardate con cinghie o in abiti femminili sulla pista da ballo né vestite in modo eccessivamente provocante, perché non si adattano a quest'immagine aggressivamente eterosessuale e di grande ricchezza che è diventata prevalente, cosa per cui penso che Ibiza sia peggio.

Ibiza dà il meglio di sé quando celebra le cose strane e meravigliose. Ibiza negli anni '60 e '70 era letteralmente un luogo in cui le persone sfuggivano al fascismo di Franco e si trasformavano in hippy, quindi questo senso di libertà, uguaglianza per tutti e buona musica dovrebbe essere al centro di Ibiza".


Cosa ci si può aspettare dal party HE.SHE.THEY. all'Amnesia?

SK: "Spero che possiamo svolgere un ruolo nel portare inclusività per TUTTI i sessi, TUTTE le razze e TUTTE le sessualità. Preferirei avere cinque persone di mentalità aperta al nostro party piuttosto che cinquemila che non lo sono.

Penso anche che il fatto che il prezzo del biglietto sia la metà di quello degli altri party del venerdì sera sull'isola dimostri che siamo lì per la cultura. Per questo motivo i drink sono a metà prezzo prima delle 23:30 e c'è un drink gratuito con il biglietto acquistato in prevendita".

HE.SHE.THEY. | fabriclondon | by Omar Gaash

"Vogliamo fare in modo che la buona musica di gente come Maya Jane Coles, Derrick Carter, Horse Meat Disco sia accessibile e non solo ai super ricchi. Inoltre, siamo davvero entusiasti di artisti come Juliana Huxtable, LSDXOXO, Freddy K e VTSS che normalmente non si esibiscono a Ibiza.

Vogliamo che la gente sudi e balli, non solo che si metta in posa per i selfie. Un giorno arriveremo a vietare le macchine fotografiche come avviene in altre parti del mondo. Siamo anche uno dei pochi party con una divisione di genere 50/50".

SB: "HE.SHE.THEY. funziona meglio in due sale, sia con l'elemento House che con quello Techno, ecco perché ci siamo trasferiti all'Amnesia. Martin Ferrer Jnr (proprietario dell'Amnesia) ci ha chiesto di spostarci per anni e quest'anno finalmente abbiamo avuto il coraggio di dire di sì!

Non mi sembra ancora vero di aver co-organizzato una serata all'Amnesia. È la prova che tutto è possibile se si lavora sodo, si trattano le persone con gentilezza e si ha passione per la musica".


HE.SHE.THEY. parte in modo tipicamente indipendente stasera, 29 luglio, con una line-up ricca di talenti House e Techno. Anastasia Kristensen, Cassy, Chaos in the CBD, Effy, Horse Meat Disco, Mall Grab, Wax Wings e Willow si esibiranno tutti.

Il mese prossimo e a settembre, ci saranno Derrick Carter, Cinthie, Ben Klock, Maze & Masters, Midland, Syreeta, Jennifer Cardini e Kittin.

Per trovare i biglietti a prezzo tutto compreso con prima consumazione all'arrivo, vai qui in basso – e ricorda che fino alle 23:30 i drink sono a metà prezzo.

FOTO da fabriclondon | di Omar Gaash
FOTO da Swedish House Mafia | di Neil Davis

HE.SHE.THEY. listings - 2022

Amnesia

HE.SHE.THEY.

Amnesia

HE.SHE.THEY.

Contenuti correlati

da 00