Tu sei qui

L'importanza dello sviluppo sostenibile - febbraio 2020

Una nuova rubrica di Sandra Benbeniste della IbizaPreservation.

Foto principale di Jon Izeta per IbizaPreservation

Siamo davvero entusiasti di presentarti la nostra prima rubrica mensile di IbizaPreservation per Ibiza Spotlight, dove esamineremo le varie questioni relative alla sostenibilità che riguardano sia Ibiza che Formentera, dalla plastica monouso e l'utilizzo dell'acqua all'aiutare le persone a scegliere i luoghi che sostengono gli agricoltori locali e molto altro ancora.

Poiché sempre più viaggiatori scelgono queste isole come meta di vacanza – più di tre milioni lo scorso anno – l'impatto sulle nostre risorse è diventato una preoccupazione crescente. Ibiza ha meno di 150.000 residenti ufficiali e, sebbene i vantaggi economici del turismo siano innegabili, è chiaro che dobbiamo fare di più per proteggere la nostra preziosa terra e il nostro mare.


INIZIATIVE PER LA SOSTENIBILITÀ

Sandra Benbeniste, Direttore Esecutivo della IbizaPreservation, ti presenta la prima rubrica dell'organizzazione su Ibiza Spotlight


Questo non significa che vogliamo che i turisti smettano di venire. Lungi da ciò. Ma noi della IbizaPreservation stiamo lavorando per trovare il modo di aiutare le nostre amate isole a svilupparsi in maniera più sostenibile. Con i viaggiatori oggigiorno molto più preoccupati dell'impatto ambientale, vogliamo essere in grado di aiutarti e ispirarti a intraprendere azioni positive riguardo all'ambiente quando vieni a Ibiza e Formentera.

Vogliamo anche ispirare le persone di tutto il mondo, in modo che le due isole diventino modelli di sostenibilità, nonché luoghi in cui le nostre risorse naturali siano ben gestite e le future generazioni di visitatori e residenti possano continuare a beneficiare allo stesso modo di tutto ciò che questa bellissima parte delle Baleari ha da offrire.

Siamo fortunati a vivere in un momento in cui molte aziende comprendono l'importanza della salvaguardia dell'ambiente e sono desiderose di adottare misure attive per diventare più sostenibili nelle loro attività. Con l'aiuto dei nostri partner aziendali, che comprendono diversi hotel e ristoranti locali, siamo stati in grado di raccogliere fondi per sostenere una serie di iniziative chiave.


VERSO UN MONDO SENZA PLASTICA


Un recente studio dell'Osservatorio sulla Sostenibilità della IbizaPreservation ha dimostrato che Ibiza ha generato mezza tonnellata di rifiuti a persona nel 2018. Si tratta del 14% in più rispetto a qualsiasi altro luogo in Europa e di un aumento del 25% rispetto alla quantità prodotta nel 2010. Gli obiettivi a livello europeo dovrebbero ridurre i rifiuti del 10% entro il 2020, quindi è chiaro che dobbiamo invertire la tendenza.

Come in molte altre parti del mondo, la plastica è una parte consistente del problema dei nostri rifiuti. Plastic Free Ibiza & Formentera, un movimento che abbiamo creato con più di 25 organizzazioni, sta lavorando con le amministrazioni locali e le imprese per cercare di eliminare gradualmente la plastica monouso, con l'obiettivo di eliminarla completamente entro il 2023.

Più di 100 aziende hanno già sottoscritto la nostra procedura di certificazione "Plastic Free": una stella significa che un'azienda si è liberata di tre articoli di plastica monouso; due stelle indicano che ha rimosso il 50%; tre stelle segnalano che sono privi di plastica al 100%. Cerca i certificati esposti in giro per le isole.


LA PRESSIONE DELL'ACQUA


Un ulteriore punto di pressione è la limitata quantità di acqua dolce sulle isole. Il nostro incantevole angolo di terra vive circa 300 giorni di sole all'anno, il che è fantastico per i turisti in cerca di sole, ma non così tanto per le nostre riserve d'acqua. Le riserve idriche sotterranee o le falde acquifere di Ibiza sono estremamente impoverite, il che significa che, anche durante la bassa stagione, ci affidiamo a impianti di desalinizzazione per la nostra fornitura d'acqua. E ad agosto, quando raggiungiamo il picco dei consumi, i tre impianti che abbiamo sull'isola non sono sufficienti a soddisfare l'aumento della domanda.

I turisti possono essere d'aiuto facendo attenzione al loro consumo d'acqua, per esempio riducendo il tempo della doccia, chiudendo il rubinetto mentre si lavano i denti o facendo il bucato meno spesso. Può non sembrare molto, ma ogni piccolo gesto è d'aiuto.


PROTEZIONE DELLA POSIDONIA

Foto di Manu San Felix per IbizaPreservation


Un altro dei nostri progetti si concentra su come proteggere meglio la nostra preziosa Posidonia, o prateria marina, una pianta acquatica che aiuta a mantenere le acque delle Baleari così limpide e turchesi. Alcune delle praterie di Poseidonia qui hanno più di mille anni e l'area è riconosciuta dall'UNESCO come Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Tuttavia, l'inquinamento e l'ancoraggio incontrollato delle barche le stanno distruggendo. Educando meglio le persone sul ruolo cruciale che la Posidonia gioca nel nostro ecosistema, speriamo di preservarla per molte migliaia di anni ancora.


SII PARTE DEL CAMBIAMENTO

Questi sono solo alcuni esempi del tipo di iniziative su cui IbizaPreservation sta lavorando – e nei prossimi mesi, in questa rubrica, daremo maggiori informazioni e consigli su come anche tu potrai far parte del cambiamento.

Puoi saperne di più andando sul sito web della IbizaPreservation e anche facendo una donazione per sostenere le sue attività. Puoi seguirla anche su Instagram, Facebook e Twitter.


TESTO | Sandra Benbeniste, Direttore Esecutivo, IbizaPreservation

Contenuti correlati